Oggi parliamo del Viewsonic PJD7822HDL, un altro proiettore della fascia Home cinema 1080p al di sotto dei 1.000€.

Il proiettore sulla carta si presenta bene, con una elevata luminosità (3.200 lumens) e un discreto contrasto (15.000:1); lo zoom ottico manuale è di 1,3:1 e manca di lens shift, rendendo necessario un attento posizionamento. L’Installazione a soffitto o il posizionamento su un tavolo sono le soluzioni migliori, ma val la pena ricordare che questo proiettore è uno dei più compatti e leggeri per la sua categoria, prestandosi molto bene ad essere protato in giro, magari a casa di amici.

Prime impressioni

ViewSonic PJD7822HDLLa modalità standard del PJD7822HDL è Movie, ed è impostata per ottenere la miglior qualità dei colori (senza considerare la calibrazione ovviamente). In questa modalità i colori hanno una buona saturazione (anche se sono un po’ freddi), il contrasto e le ombreggiature sono buone e il livello del nero non si discosta da quello degli altri proiettori della stessa fascia. La luminosità si assesta a poco più di 1.000 lumens, ma il bianco sullo schermo appare forse un po’ troppo luminoso, facendo perdere saturazione ai colori vicini. In complesso questa modalità è più che adeguata per chi non vuole perdere tempo con le configurazioni e vuole usare il videoproiettore per vedere film, tv e giochi.

Come detto sopra lo zoom è 1,3:1 e non c’è offset, la distanza ottimale per collocare il proiettore è tra i 2,5 metri e i 3,3 metri circa, rendendo il posizionamento su uno scaffale una scelta poco pratica.

Caratteristiche

Qualità dell’immagine: nel complesso l’immagine generata è pulita, ben definita e con buoni colori; la luminosità inoltre è sufficiente da permettere la visione anche in presenza di luce ambientale

Luminosità: come già detto la massima luminosità prodotta è di 3200 lumens, abbastanza da permetterne l’uso come alternativa alla televisione in una stanza illuminata. Ovviamente la qualità dell’immagine e sopratutto dei colori ne risentirà e, per un utilizzo di tipo home theater sono preferibili i 1000 lumens della modalità Movie

Posizionamento: come per la maggior parte dei proiettori di questa fascia di prezzo, la flessibilità del posizionamento è piuttosto ridotta, anche se il PJD7822HDL presenta uno zoom di 1,3:1 cosa che non tutti i proiettori di pari prezzo hanno.

Connessioni: la dotazione del PJD7822HDL è di tutto rispetto, due porte HDMI 1,4 e due porte VGA, oltre ad una porta USB. Peccato l’assenza del MHL per le porte HDMI, anche se grazie alla porta USB la maggior parte dei device per streaming possono essere utilizzati ugualmente

Full HD 3D: anche qui caratteristiche il linea con i prodotti concorrenti, piena compatibilità con il 3D, collegamento DLP Link per gli occhiali 3D (non compresi nel prezzo). Assente la porta VESA 3D

Pregi

Luminosità

La modalità Bright del PJD7822HDL raggiunge e supera i 3000 lumens da test, tuttavia la qualità ne risente molto in termini sia di contrasto che di colore. In modalità Movie la luminosità rilevata è di poco più di 1000 lumens, con un’ottima resa di colore e contrasto. Esistono diverse altre modalità che si collocano tra questi due estremi (in ordine di luminosità sono Bright, Dynamic PC, PC, Viewmatch, Dynamic Movie e Movie). In modalità Eco la luminosità si riduce del 20% portando la modalità Movie a 800 lumens, mentre la modalità DynamicEco riduce la lumoinosità in funzione dei contenuti proiettati sullo schermo, riducendola fino al 70%. Pur allungando di molto la vita della lampada, questa modalità ha un certo ritardo nell’adeguare la luminosità e questo può essere fastidioso, sopratutto guardando film dove si passa repentinamente da scene buie a scene luminose e viceversa.

Contrasto

Buono anche in caso di stanze luminose, si perde un po’ nelle di sfumature di grigio in stanze buie.

Colore

La calibrazione del colore è facile e intuitiva, ma le impostazioni di fabbrica della modalità movie sono molto buone e la maggior parte degli utenti non sentirà il bisogno di correggerle (per gli utenti più esigenti i colori scuri virano leggermente verso il blu, mentre quelli chiari verso il rosso).

Basso ritardo nel segnale

il lag del segnale è di 33 millisecondi, meglio di molti concorrenti e più che sufficiente per l’uso con videogiochi.

Difetti

Impossibile calibrare le modalità di fabbrica

Purtroppo le modalità di fabbrica non sono modificabili dal’utente, ci sono due modalità configurabili, che fortunatamente si possono imopostare a partire da una delle modalità standard.

MHL assente

Purtroppo manca lo standard Mobile High definition Link, che sta rapidamente diventando lo standard di riferimento per la connessione con device dedicati allo straming (come il Chromecast). Nonostante tutto molti di questi dispositivi possono essere collegati alla porta USB, ma non è proprio la stessa cosa (non è possibile controllare il dispositivo tramite il telecomendo per esempio).

Effetto arcobaleno

Avendo una ruota del colore con gli spicchi RGBCYW e una velocità 2x, chi soffre del rainbow effect sicuramente lo vedrà anche con il PJD7822HDL. Come in tutti questi casi, se questo è il vostro primo proiettore il consiglio è di provarlo prima per essere sicuri di non avere problemi con la visione.

Conclusioni

Sulla carta le caratteristiche di questo proiettore sono molto simili a quelle dell’Optoma HD26, e sebbene non si debba mai giudicare un videoproiettore dalle sue specifiche tecniche, anche i test hanno dato conferma in questo senso: luminosità, contrasto, definizione e colore, le immagini generate dall’HD26 e dal PJD7822HDL sono praticamente identiche; anche il pezzo non si discosta di molto. Quello che cambia in questo caso sono le caratteristiche aggiuntive: l’HD26 ha un altoparlante da 10W, decisamente più potente di quello da 2W del PJD7822HDL, presenta inoltre una porta VESA 3D e l’MHL, rendendolo una scelta più indicata per chi intende sfruttare intensamente il suo ottimo 3D. Il PJD7822HDL dal canto suo permette una installazione più flessibile, grazie allo zoom da 1,3:1 e alla possibilità di proiettare da una distanza più corta; è più piccolo e parecchio più leggero (circa il 20%),rendendolo più indicato per chi ha necessità di spostare frequentemente il proietore (o vuole poterlo utilizzare in diverse stanze) o per chi deve adattare il posizionamento del proiettore alla stanza che ha a dsposizione.

Come sempre quindi, la vera differenza la fa l’uso che se ne intende fare, complessivamente si tratta di due validi proiettori in grado di fornire un’immagine di alta qualità ad un costo accessibile.