La tecnologia LCos (Lyquid Cristal on Silicon) è la più recente tra le tecnologie digitali utilizzate per la videoporiezione. Si tratta di un perfetto connubio tra quelle che sono le tecnologie LCD e DLP, e riesce a superare (quasi tutti) i difetti di entrambe.

La tecnologia LCoS utilizza uno strato di pixel a cristalli liquidi viene applicato su un substrato a specchio riflettente, sotto cui sono posizionati i circuiti di comando.

Questa tecnologia permette di utilizzare pixel molto più piccoli e ravvicinati rispetto alla tecnologia LCD, riuscendo in questo modo a fare sparire quasi completamente l’effetto zanzariera, inoltre, posizionando i circuiti di comando sul retro dei pannelli non è più necessario ricorrere alla ruota cromatica tipica dei proiettori DLP, risolvendo in questo modo anche il problema dell’effetto arcobaleno.

A chi è adatto

Questo tipo di proiettori sono indicati per i cinofili più esigenti, in quanto riescono a portare immagini digitali di ottima qualità senza presentare nessuno dei problemi tipici dei proiettori LCD e DLP. Il loro costo elevato tuttavia li rende un prodotto riservato ad una nicchia “esigente” di utenti.

Pregi

  • Ottima qualità dell’immagine
  • Risoluzione nativa molto elevata
  • Effetto zanzariera praticamente inesistente
  • Assenza dell’effetto rainbow

Difetti

  • Costo molto elevato (difficilmente di trova qualcosa per meno di 2000-3000 euro)
  • Rapporto di contrasto non molto elevato