Parlando di proiettori portatili (e intendo veramente portatili, non quelli che possono essere trasportati – ovvero praticamente tutti i proiettori odierni tranne i CRT) si può fare una sommaria distinzione in due categorie, che in inglese sono chiamate pocket projector e pico projector.

Proiettori pocket

proiettore pocketI primi, i pocket projector possiamo tradurli in italiano come “proiettori tascabili”, anche se nella maggior parte dei casi non stanno realmente in una tasca (a meno di avere tasche piuttosto grandi!) sono comunque proiettori caratterizzati da dimensioni e peso molto ridotti (generalmente parliamo di un peso inferiore al chilo) e da una struttura robusta – utilizzano infatti dei led come fonte di luce.

Sono pensati principalmente per un utilizzo di tipo business, in particolare per riunioni improvvise o per trasferte, ma si difendono egregiamente anche in caso di proiezione di film. Rispetto ai cugini più piccoli – i pico proiettori – sono più grandi e pesanti, ma riescono a produrre una luminosità maggiore e permettono una visione anche ad un pubblico più numeroso.

Dal momento che usano led hanno un consumo molto basso e una durata di vita molto più elevata dei proiettori tradizionali (raggiungono facilmente le 30000 ore di vita).

Negli ultimi tempi alcuni produttori di schermi stanno iniziando a produrre schermi pensati appositamente per i proiettori portatili, dando così la possibilità di proiettare in quasi qualsiasi situazione.

Proiettori Pico

proiettore handheldAlla seconda categoria, quella dei pico proiettori, apperatengono tutti quei proiettori definiti come handheld (letteralmente “che si possono tenere in mano”) sono invece pensati per l’utilizzo con tutta l’attrezzatura audio video che normalemnte ci portiamo dietro (magari senza nemmeno rendercene conto), ovvero smartphone, fotocamere digitali, tablet, portatili, ecc.

I pico proiettori permettono di proiettare rapidamente su quasi qualsiasi superfice (muri, fogli bianchi, porte, ecc), certo, non ci si può aspettare una luminiosità o una profondità del colore tali da poter godere appieno di un film in HD, ma per presentazioni, slide, o come aternativa economica alle Lim non hanno paragoni.

I pico proiettori utlizzano come fonte luminosa dei led o talvolta un laser, hanno consumi bassissimi e una durate di vita della lampada molto elevata (nel caso di proiettori al laser si può dire che la durata di vita sia virtualmente infinita).