Il videoproiettore è un sofisticato strumento elettronico che permette di visualizzare film, programmi televisivi e giochi con una qualità degna dei migliori cinema. In ambito lavorativo può venir utilizzato per proiezioni multimediali in ambienti anche di grandi dimensioni.

I videoproiettori sono sempre più diffusi tra chi ama il cinema perchè permettono di riprodurre filmati su superfici anche molto grandi (decisamenti più grandi di un televisore) con una qualità elevatissima. Il prezzo inoltre è molto sceso in questi ultimi anni e, anche se non sono di certo un prodotto economico, hanno un prezzo paragonabile a quello di molti televisori di fascia alta (anzi, molti costano meno di un buon televisore al plasma!).

 

<TABELLA>

 

Perchè scegliere un videoproiettore

I motivi per scegliere un videoproiettore rispetto ad un tradizionale televisore possono essere molteplici (alta risoluzione, grandi dimensioni delle immagini, ottima qualità dell’immagine) ma, al di là di scelte di gusto personale, tutti i motivi per scegliere un videoproiettore possono essere riassunti in quest due:

  • Desiderio di ricreare un’esperienza cinematografica paragonabile a quella del cinema per guardare un film in altissima definizione su uno schermo di dimensioni enormi o godersi i videogiochi con una dimensione grafica completamente differente da quella raggiungibile con un televisore
  • Necessità di rendere visibile ad un gran numero di persone contemporaneamente video e documenti, soprattutto in ambito aziendale (riunioni, presentazioni, corsi, ecc)

 

Tipologie di videoproiettore

Vi sono diversi criteri per distinguere e catalogare i videoproiettori (Home Theatre piuttosto che business, utilizzo in spazio aperto piuttosto che al chiuso, distanza dallo schermo, ecc..) ma la divisione forse più importante è quella in base alla tecnologia utilizzata. Esistono diverse tecnologie, ma le più diffuse sono tre:

  • Videoproiettore LCD (o videoproiettore a cristalli liquidi)
  • Videoproiettore DLP (o videoproiettore a microspecchi)
  • Videoproiettore CRT  (o videoproiettore tritubo)

Le differenze sono piuttosto grandi tra le tre tipologie e ogniuna presenta vantaggi e svantaggi rispetto alle altre:

Videoproiettori LCD

Scompone il faslio di luce dell’immagine nei tre colori primari (rosso, verde e blu) e li fa passare attraverso delle matrici di pixel a cristalli liquidi, che possono variare l’opacità dei singoli pixel. Le tre immagini vengono poi sofrapposte tramite un prisma dicroico e proiettate sullo schermo

Ottimi per presentazioni, slide e usi di tipo didattico, vanno bene anche per un uso domestico per proiettare foto e video, un po’ meno se si desidera guardare film.

Vantaggi:

  • Installazione plug&play senza particolari tarature
  • buona messa a fuoco
  • ottima luminosità
  • colori molto realistici
  • compatti
  • poco costosi

Svantaggi:

  • Screendor effect (effetto zanzariera): a una certa distanza dallo schermo il reticolo di pixel è visibile
  • scarso contrasto
  • bassa durata di vita della lampadina (2-3000 ore)
  • potrebbero bruciarsi uno o più pixel, creando un fastidioso puntino nero sullo schermo

 

Videoproiettori DLP

La luce viene riflessa da milioni di microscopici specchi fissati su un microprocessore (o tre, per i proiettori DLP di ultima generazione) riuscendo così a creare l’effetto luce ombra per ogni singolo pixel; il colore viene ricreato facendo passare il fascio di luce attraverso una ruota trasparente con degli spicchi colorati: variando la velocità di rotazione si possono ottenere tutte le gamme di colori.

Buono in tutte le circostanze, dalla visione di film alla proiezione di slide o foto (attenzione però al rainbow effect!)

Vantaggi:

  • Installazione semplice
  • Miglior qualità dell’immagine rispetto ai  proiettori LCD
  • Ottimo contrasto
  • compatti e poco ingombranti
  • mantiene elevate prestazioni nel tempo

Svantaggi:

  • Rainbow effect: una piccola percentuale della popolazione è abbastanza sensibile da percepire la scomposizione nei tre colori primari delle immagini, questo porta a vedere una serie di flash colorati. – esistono modelli che ovviano a questo problema ma costano molto di più
  • Screendoor effect molto più attenuato rispetto ai proiettori LCD ma comunque presente
  • Costano di più di un LCD
  • minor luminosità rispetto ad un LDC
  • Bassa durata di vita della lampadina

Proiettori CRT

Hanno lo stesso funzionamento dei tubi catodici dei vecchi televisori, in questo caso si hanno tre tubi (uno per ogniuno dei colori primari) che proiettano le tre immagini che, sovrapponendosi, danno l’immagine finale a colori

Sono i proiettori con la migliore qualità video, ma costano anche molto di più sia delgi LDC che dei DLP, inoltre sono molto delicati da maneggiare e installare

Vantaggi:

  • Elevata qualità video
  • alto contrasto
  • ottimo livello dei neri
  • assenza totale di screendoor effect (non esistono pixel!)
  • molto affidabili

svantaggi:

  • costo molto elevato
  • l’installazione e la taratura richiede un tecnico professionista
  • luminosità non elevatissima
  • alti costi di manutenzione

 

Svantaggi del proiettore

I videoproiettori presentano ovviamente anche degli svantaggi rispetto ai televisori, ed è bene tenerli a mente quando si decide se prendere un VPR oppure un televisore.

Innanzitutto un videoproiettore ha dei costi di manutenzione più elevati rispetto ad un televisore, infatti la lampade hanno una durata di vita media di 5000 ore per i proiettori moderni, dopo di che vanno sostituite (e non sono proprio economiche…).

Questo rende il videoproiettore la soluzione ideale per il cinema di alta qualità piuttosto che un sostituto del televisore: se il videoproiettore rimane acceso continuamente la lampadina si usura molto velocemente e i costi lievitano.

Altri punti a sfavore sono la rumorosità della ventola (più o meno intensa a seconda del modello), la maggior sensibilità alla luminosità ambientale rispetto ai televisori e la necessità di componenti esterne (impianto audio, lettore DVD o PC, schermo o parete bianca libera).