BenQ HT3050Il BenQ HT3050 è uno dei proiettori per Home Theather recentemente immessi sul mercato da BenQ e – tra i tre – è quello che si colloca nel mezzo come fascia di prezzo.

Caratteristiche

Il BenQ HT3050 condivide molto con il fratello minore, il BenQ HT2050, condividendo infatti lo stesso processore e la stessa piattaforma; quello che li divide – oltre al prezzo – sono tutta una serie di accorgimenti e di optional

Entrambi hanno due porte HDMI, ma nel HT3050 una di queste è una porta MHL (Mobile High definition Link, in parole molto povere è una porta che funziona sia da porta HDMI sia da porta USB). Inoltre l’HT3050 ha una terza porta HDMI all’interno del case utilizzabile per un modulo wireless.

Entrambi sono dotati di altoparlante interno, ma nel caso del HT3050 si tratta di due altoparlanti da 10W contro l’altoparlante singolo dell’HT2050.

Infine, il modello HT3050 è dotato di doppia correzione keystone, orizzontale+verticale, contro la correzione singola (verticale) del fratello minore.

Su due aspetti invece l’HT3050 è inferiore, il primo è trascurabile, mentre il secondo dipende dal tipo di uso che se ne vuole fare: la luminosità è minore (2000 lumens contro i 2200 del HT2050), ma di poco e difficilmente lo si nota durante la visione, mentre l’input lag è maggiore (49.7ms contro 33.1ms), e pur avendo un valore comunque buono, per chi usa il proiettore principalmente per i videogiochi, questa è una lacuna che si farà sentire

Prime impressioni

L’immagine è molto pulita e definita, con colori realistici. Il risultato è decisamente migliore nel HT3050 non tanto per una maggior qualità video quanto per una calibrazione di fabbrica molto più precisa.

Il proiettore ha 4 modalità: Luminosa, Vivida, Cinema e Game. La modalità più usata dalla maggior parte delle persone è quella Cinema ed ha una calibrazione veramente ben fatta che andrà bene per molti utenti senza bisogno di modifiche. La luminosità in questa modalità scende a 1160 Lumens, ed è la meno luminosa delle quattro. La modalità Game presenta anch’essa una eccellente calibrazione e ha una maggiore luminosità e colori leggermente più freddi. Questa modalità attiva il “Brilliant colour” e rende quindi il bianco leggermente più luminoso del normale, ma mantiene comunque una calibrazione molto più precisa e piacevole rispetto alla maggior parte dei proiettori con il “Brilliant colour” attivo, tanto che può essere usata benissimo anche per vedere film se la stanza non è abbastanza buia.

Anche la modalità Vivida si comporta meglio di molti competitor, proiettando un’immagine con contrasto e saturazione estremamente alti e irrealistici, ma nel complesso non fastidiosi da vedere (personalmente non mi piace molto l’immagine così artificiale, ma il risultato è sicuramente migliore di quello visto in molti proiettori). L’unico difetto è che la luminosità non è perfettamente omogenea e tende a diminuire verso i bordi; non si tratta di un problema grave perché è quasi impercettibile durante la visione di un film o di una foto e tende ad essere visibile solo proiettando una schermata omogenea di un unico colore (ovvero un’immagine di test).

Pregi

Luminosità: da test in modalità Cinema il proiettore raggiunge i 1160 lumens, perfetti per una stanza non perfettamente oscurata e per uno schermo grande

Ruota di colori 6x: come altri modelli BenQ prima di questo, la scelta di usare una ruota RGBRGB rende un’ottima luminosità dei colori e riduce di molto la possibilità di notare l’effetto arcobaleno

Posizionamento: con i suo zsoom ottico 1,3x e la presenza di lens shift sia verticale che orizzontale, il BenQ HT3050 presenta una flessibilità di posizionamento maggiore rispetto alla maggior parte dei proiettori di pari fascia

Audio: il doppio speaker integrato da 10W è uno dei migliori audio integrati tra i proiettori attualmente in commercio di pari prezzo

Calibrazione: eccellenti impostazioni di fabbrica e buone capacità di modificare le calibrazioni rendono questo prodotto adatto sia ai neofiti che ai più esperti

Lenti anamorfiche: la possibilità di montare lenti anamorfiche è una cosa che la maggior parte degli utenti non apprezzeranno (visto sporatutto il costo di queste lenti), ma è comunque un plus che pochi proiettori di questa fascia di prezzo hanno

Qualità video: colori equlibrati e saturi, immagini definite e un buon contrasto fanno di questo proiettore una ottima scelta per l’Home theather.

Difetti

Input lag: 49.7 ms sono tanti per chi intende usare il proiettore principalmente per i videogiochi

Luminosità: come già detto, la luminosità non è perfettamente omogenea, anche se si tratta di un difetto difficile da percepire.

Conclusioni

BenQ è sempre stata famosa per produrre proiettori con un eccellente rapporto qualità/prezzo, non a caso la maggior parte dei migliori proiettori entry level sono BenQ. L’HT3050 mantiene decisamente le aspettative, con un’ottima immagine, una calibrazione di fabbrica estremante valida, uno dei migliori audio integrati della cateogria e una serie di piccole accortezze e caratteristiche che di solito si trovano in proiettori di prezzo ben maggiore. In definitiva, si tratta di un eccellente proiettore entry level, consigliato a tutti tranne ad una categoria di utenti: i videogiocatori. Il suo input lag, pur non essendo elevatissimo, rende questo proiettore poco indicato per il gioco, sopratutto se paragonato al modello più economico, l’HT2050, che presenta una qualità dell’immagine inferiore solo per quanto riguarda la calibrazione (non facile da sistemare ma comunque fattibile).

In definitiva, a meno che non vogliate un proiettore da usare principalmente con i videogiochi, comprate questo modello e non ve ne pentirete.