Epson Home Cinema 1040 ci gioca un bello scherzo: porta un nome che lascerebbe pensare ad un proiettore home theater e, in realtà, ha molto poco delle caratteristiche canoniche di un tradizionale home theater. Si tratta di un eccellente proiettore che funziona in modo ottimale in casa e in condizioni di moderata luce ambientale, ma che ha qualche piccola differenza. L’HC 1040 manca, infatti, di alcune caratteristiche che invece sono peculiari dei dispositivi home theater, come l’interpolazione dei frame, lo spostamento dell’obiettivo, la funzionalità 3D e le regolazioni di gamma.

Per questi motivi, preferiamo descrivere l’Epson Home Cinema 1040 più come un dispositivo “home video”, ovvero un proiettore pensato per essere utilizzato con una luce ambientale casalinga. Ma anche un proiettore che, con i suoi 3000 lumen, è in grado di restituire una immagine in HD ottimale, ad un prezzo molto contenuto.

Ed ecco alcune caratteristiche base.

L’HC 1040 ha una risoluzione nativa di 1920×1200 (WUXGA), ma se stiamo proiettando dei video, dobbiamo considerarlo più come un nativo a 1920×1080. Con un peso complessivo inferiore ai sei chili, è uno dei dispositivi più leggeri della sua categoria, prestandosi perfettamente ad un uso in mobilità, quindi diventando un vero e proprio proiettore portatile. Anche la durata della lampada è soddisfacente, garantendo sino a 10.000 ore di vita in modalità Eco, preset comunque luminoso.

Il costo di questo dispositivo è molto contenuto, soprattutto se consideriamo la categoria, che lo vede alla stessa stregua dell’Epson Home Cinema 2040, ovvero di un proiettore progettato quasi esclusivamente per un uso tradizionale da Home Theater. Tra i due dispositivi, la vera differenza è che il 2040 non è così brillante come il 1040, pur avendo un maggiore contrasto, la funzionalità 3D e l’interpolazione dei frame: tutte caratteristiche, queste, che rendono il 2040 un classico sistema home theater, che il 1040 non ha.

Se, però, vogliamo proiettare match sportivi, partite di calcio o video live musicali per l’intrattenimento di casa, i lumen extra dell’HC 1040 offrono un’ottima soluzione, unendo luminosità e le capacità di elaborazione aggiuntive dell’HC 2040.

Prime impressioni

Qualità dell’immagine

L’HC 1040 proietta un’immagine video chiara, netta e pulita, priva di qualsiasi rumore. In entrambi i preset, Cinema e Bright Cinema, la resa tonale dell’incarnato dei volti è eccellente, con una buona definizione delle ombre e dei contorni .

L’accuratezza dei colori, inoltre, è molto fedele in entrambe le modalità, sia Cinema, sia Bright Cinema, mentre la modalità Dynamic ha una leggera tendenza al verde, e la Game presenta una distorsione al blu.

L’immagine è a fuoco su tutta la superficie di proiezione, anche grazie ai controlli di zoom e messa a fuoco, scorrevoli, fluidi e precisi.

Dal momento che l’HC 1040 lavora sulla tecnologia 3LCD, non presenta i cosiddetti “artefatti arcobaleno”, ovvero un rumore dell’immagine comune ai proiettori basati su tecnologia DLP.

Uniformità della luminosità

La luminosità è uniforme per quasi l’80% dell’immagine, senza particolari punti problematici, cosa che lo rende migliore di molti competitors in HD, della stessa fascia di prezzo.

Preset Colore

L’HC 1040 presenta quattro preset colore differenti: Dynamic, Bright Cinema, Cinema e Game. Anche se già da impostazioni di fabbrica offrono una resa colore e luminosità davvero soddisfacente, questi quattro preset sono un modo rapido e facile per ottenere risultati ottimali in termine di resa dell’immagine sullo schermo.

Tuttavia, per chi avesse un po’ di tempo e dimestichezza, l’HC 1040 offre la possibilità di controllare l’immagine con maggior precisione.

Per intervenire sulla temperatura colore, l’HC 1040 mette a disposizione dieci livelli che vanno dal caldo (rosso) al freddo (blu). I nostri test sul dispositivo, ci hanno portato a scegliere il valore 4 per ottenere toni dell’incarnato più accurati.

Inoltre le scelte di tinta, saturazione e miglioramento dei dettagli sono organizzate su una gamma di valori da 0 a 100, mentre nitidezza e riduzione del rumore sono regolabili tra i valori 0 e 20. Sempre seguendo i nostri test, abbiamo notato che posizionando la nitidezza su valori medi, si ottiene la migliore resa nella proiezione di testi, prestazioni e fogli di calcolo. Riducendo, infine, il disturbo, o rumore, dell’immagine e della definizione dei dettagli, del 30%, si ottengono risultati ottimali.

Risoluzione video

L’HC 1040, ha una risoluzione 1920×1200, aspect ratio 1:1, quando si interfaccia con la maggior parte dei moderni computer portatili.

Se usato in questo formato, su uno schermo 16:10, i film con aspect ratio di 16: 9 verranno visualizzati con piccole bande nere sopra e sotto l’immagine. Tuttavia, per quasi tutti gli usi domestici del dispositivo, è possibile impostare lo schermo direttamente in 16:9 per proiettare contenuti full frame e far sparire le bande nere a cornice dell’immagine proiettata. Così impostato, il dispositivo funziona come se fosse nativo a 1920×1080 HD.

La risoluzione dell’HC 1040 non consente una visualizzazione più precisa nella proiezione di testi o fogli di calcolo. Presenta però, altre caratteristiche che rendono perfetta la proiezione di dati o presentazioni aziendali.

Questo proiettore Epson è dotato della modalità split-screen che permette di visualizzare due immagini contemporaneamente ed ha il pulsante “A / V mute” per gestire a distanza il puntatore sullo schermo.

In conclusione, l’HC 1040 è un ottimo proiettore ideale per le due finalità: in casa e al lavoro. Anche se è ideato per un uso HD in home video, ovvero con luce ambientale moderata, rappresenta una soluzione ideale anche per chi volesse utilizzarlo come proiettore portatile, per presentazioni e finalità lavorative.

Caratteristiche

Luminosità. L’Epson Home Cinema 1040 ha una potenza ANSI di 3.000 lumen e ha quattro preset colore. Con l’obiettivo zoom sulla posizione grandangolo, abbiamo ottenuto i seguenti valori di luminosità:

Epson Home Cinema 1040 ANSI Lumens

Modalità Normal Lamp Eco mode
Dynamic 3065 1960
Bright Cinema 2110 1350
Cinema 2075 1330
Game 1960 1225

Luminosità uniforme. La luminosità dell’immagine è uniforme sull’80% della proiezione, con un leggero scivolamento della stessa sul lato sinistro della superficie di proiezione. Questo difetto potrebbe diventare un problema per tutte le presentazioni con dati e con ampi spazi bianchi, ma è praticamente impercettibile per tutte le altre proiezioni video.

Zoom Ottico. Con un intervallo di 1,2: 1, l’obiettivo zoom dell’HC 1040 non fornisce un grande margine di manovra nel posizionare il proiettore. Alla sua impostazione in teleobiettivo, la perdita di luce è pari all’8%, ovvero quasi impercettibile. Inoltre, qualsiasi posizione daremo allo zoom/tele, otterremo praticamente sempre lo stesso livello di luminosità percepita.

Modaità Eco. La modalità Eco abbassa la lumunisità del 36%, una percentuale molto alta, ma che rappresenta una valida alternativa in relazione al materiale proiettato, alle dimensioni dello schermo ed alle condizioni di luce ambientale.

Input Lag. Abbiamo misurato il ritardo di ingresso con il misuratore Bodnar. L’HC 1040 ha un input lag pari a 53 ms, ovvero l’esatta metà rispetto agli altri dispositivi della stessa famiglia. I giocatori occasionali troveranno questo ritardo accettabile, ma chi cerca una risposta più efficiente, e unità più veloci, ne rimarrà deluso. In quel caso possono optare per altri proiettori, come l’Epson 2040 e il suo imput lag a 24 ms.

Rumore della ventole. L’HC 1040 è un dispositivo abbastanza rumoroso già in modalità Normal Lamp. Il rumore ed il calore sono diffusi nella parte anteriore del case, cosa che non costituisce un problema per la proiezione di match sportivi o eventi live, ma che non è l’ideale per l’home theater.

In modalità Eco, il problema si risolve perchè il rumore è ridotto ad un sussurro quasi impercettibile.

In modalità Alta Quota, invece, inserita al di sopra dei 5.000 piedi, è notevolmente più forte.

Audio. L’HC 1040 ha un solo altoparlante integrato da 2 watt. E questo dispositivo ha comunque bisogno di una amplificazione audio esterna per tutti gli ambiente, ad eccezione di quelli più piccoli e raccolti.

Set up e Impostazioni

Visto che l’HC 1040 dispone di uno zoom ottico relativamente limitato (1,2x ) e non permette alcun tipo di lens shift, dobbiamo fare molta attenzione alla posizione di installazione, che dovremmo studiare in modo che la proiezioni colpisca una dimensione predefinita dello schermo.

Ma come capire a quale distanza ottimale posizionare questo proiettore?

Se vogliamo proiettare su uno schermo da 120”, con una diagonale a 16:9, dovremmo posizionare l’HC 1040 ad una distanza compresa tra i 3,6 metri e i 4,5 metri di distanza dallo schermo.

Vi consigliamo di utilizzare sempre una calcolatrice di proiezione per determinare le giuste proporzioni di proiezione, per la dimensione di schermo desiderata.

È possibile montare questo proiettore sia a soffitto, sia su una mensola o un apposito supporto alle spalle della platea, grazie al suo angolo di proiezione relativamente basso. Visto che questo dispositivo può essere utilizzato anche durante feste e party, dove gli spettatori sono in piedi e non necessariamente occupano un posto a sedere, possiamo decidere di montarlo a soffitto, in modo che le persone in piedi non interferiscano con il cono di luce proiettato.

Quando c’è la possibilità di mantenere una debita distanza tra pubblico e dispositivo,e a piena potenza di lampada, il rumore della ventola può essere già una distrazione. Sarebbe meglio evitare di mettere l’HC 1040 direttamente dietro agli spettatori, su una mensola. In questi casi, il supporto a soffitto può essere una soluzione preferita proprio per tenere il proiettore lontano dagli spettatori.

Se decidiamo di procedere in modalità Eco, il rumore della ventola si ridurrà a tal punto da non essere più un problema.

Se desideriamo posizionare i posti a sedere mantenendo una apertura dello zoom compresa tra 1.3X e 1.5X, il proiettore potrà essere posizionato alla stessa distanza dallo schermo, dei sedili, offrendo un’ulteriore opzione di installazione oltre quella del montaggio a soffitto .

Durata della lampada e luminosità. Le lampade ad alta pressione dovrebbero avere un calo oggettivo di circa il 75% della loro luminosità, dopo le prime 500/700 ore di utilizzo. Se non avete bisogno di tutta la potenza possibile offerta dal flusso luminoso in modalità Normal Lamp, potete estendere la durata della lampada impostando la modalità Eco per le prime 500 – 750 ore e poi passare alla modalità normale per aumentare la luminosità da quel punto in poi.

Tuttavia, Epson offre lampade di ricambio a prezzi più che ragionevoli. È conveniente sostituire la lampada più frequentemente rispetto alla vita prevista della stessa, per poter garantire la stessa efficienza di lumen dichiarata.

Pregi

Qualità dell’immagine video. Entrambe le modalità Cinema offrono in un’immagine video eccellente. Bright Cinema, infatti, non è più chiara della modalità Cinema: le due impostazioni differiscono per la varietà di gamma offerta.

Vita della lampada. La lampada dell’HC 1040 dura 5.000 ore in modalità normale e 10.000 ore in modalità Eco.

Sostituzione della lampada. Epson offre lampade sostitutive al prezzo più basso del mercato.

Regolazione immagine. Anche se non c’è la possibilità di personalizzare le modalità di utilizzo del proiettore, ogni preset offre la possibilità di regolare il colore a prescindere dai valori impostati in fabbrica. Inoltre, per ogni modalità, possiamo personalizzare in modo dettagliato la luminosità, il contrasto, la saturazione, la tinta, la temperatura del colore, la riduzione del rumore e il dettaglio immagine.

Connettività Wireless. Anche se è un optional, e un costo, suppletivo, l’adattatore Epson ELPAP10 wireless LAN può essere aggiunto all’HC 1040 permettendo, così, il collegamento wireless tra computer e dispositivi mobili, tra cui la maggior parte dei sistemi iOS e Android a patto di aver installato l’applicazione mobile iProjection Epson. I dispositivi mobili possono anche essere direttamente collegati all’ingresso MHL del proiettore, HDMI compatibile, che supporta, in aggiunta, Chromecast e Streaming Stick.

Divisione dello schermo. Per quelle occasioni in cui vi serve visualizzare le immagini da due fonti diverse e contemporaneamente, l’HD 1040 ha la modalità split-screen, dal menu Impostazioni. Possiamo assegnare una sorgente video alle due metà differenti dello schermo, e possiamo scegliere quale sorgente audio riprodurre tra le due fonti.

Correzione trapezoidale (keystone). A differenza di molti proiettori economici, l’HC 1040 offre sia la correzione trapezoidale verticale, sia quella orizzontale, fino a ± 30°. La correzione orizzontale è disponibile tramite una barra di scorrimento visualizzata sulla parte superiore del case, vicino ai comandi di messa a fuoco e zoom.

Auto Iris. L’HC 1040 permette il controllo del diaframma sia in modalità normale, sia ad alta velocità. Nelle impostazione normali, questa possibilità non risulta essere molto efficace. Differentemente se lo utilizzare in modalità ad alta velocità, questo comando aiuta a definire meglio le ombre. Non dobbiamo dimenticare, però, che la modalità ad alta velocità presenta una serie di problematicità: il diaframma automatico e un fastidioso rumore nella riproduzione video delle scene in rapida successione.

Menu e telecomando. L’HC 1040 è dotato di un sistema di gestione del menù da schermo molto chiaro e facile da navigare. Quando selezioniamo le funzioni, la maggior parte di esse visualizza in una piccola porzione dello schermo, i sottomenù relativi. In questo modo le regolazioni possono essere selezionate senza interrompere od oscurare l’immagine proiettata.

Il telecomando è di immediato utilizzo: offre la selezione diretta delle sorgenti ed altre funzioni quali proporzioni, split screen, modalità di colore.

Garanzia. Epson garantisce l’HC 1040 per due anni e la sua lampada per 90 giorni. Inoltre, offre anche il servizio di Home Care extra in caso di guasto durante il periodo di garanzia. In questo caso, Epson spedirà un proiettore di sostituzione (di solito un rigenerato), e il vostro verrà riportato in fabbrica.

Difetti

Nessuna interpolazione dei frame. Questa caratteristica, che ci aiuta a ridurre il disturbo dei frame, è presente sull’Epson Home Cinema 2040, ma non è disponibile su questo modello.

No 3D. Contrariamente a quanto ci aspetteremmo da un proiettore tradizionale home theater, questo della Epson non ha alcuna funzionalità 3D.

Luminosità in modalità Eco. La modalità Eco dell’HC 1040 riduce la luminosità del 36%, un range molto ampio ma indispensabile se vogliamo pianificare il consumo della vita della lampada in modo corretto e se vogliamo ridurre al minimo il rumore fastidioso della ventola.

Disturbo nel preset Auto Iris. Anche se la possibilità di regolare in automatico il diaframma ci aiuta a migliorare le ombre nelle scene poco illuminate, è utile solo nella modalità ad alta velocità, ovvero quando il rumore della ventola è molto forte e può diventare fonte di distrazione se stiamo proiettando film tranquilli. Se, invece, lo vogliamo usare per la proiezioni di eventi live o match sportivi, allora non sarà un problema.

Conclusioni

L’Epson Home Cinema 1040 è il proiettore ideale per chi sta cercando un dispositivo HD portatile, con un costo accessibile e che sia una buona soluzione per l’home entertainment.

Non aspettatevi le alte performance dei proiettori home theater Epson, come il 2040 che offre un’immagine più luminosa a seconda della luce ambientale. L’Epson Home Cinema 1040 è comunque una valida alternativa, l’ideale, ad esempio, iper chi avesse l’esigenza di proiettare presentazioni aziendali e fogli di calcolo: questo proiettore ha degli accorgimenti che il 2040 non ha per questo scopo!

In definitiva, pensiamo che l’Epson Home Cinema 1040 sia un dispositivo estremamente versatile e la scelta migliore se si sta cercando un dispositivo come quello descritto e con questa gamma di applicazioni.