Casio XJ-V2Il proiettore Casio XJ-V2 sembra essere progettato per uno scopo specifico: creare un proiettore a basso costo e ideale per chi ha la necessità di proiettare immagini in 4:3 per più di 10.000 ore.

Questo dispositivo XGA, a 3000 lumen e ad un prezzo lievemente più alto rispetto al costo medio di altri proiettori di gamma, sembra fatto apposta per rispondere a queste esigenze.

Anche perché la sua più grande differenza risiede nella fonte di luce LED/Laser che garantisce sino a 20.000 ore di vita eliminando, così, la necessità di acquistare lampade di ricambio nel corso del tempo.

Il Casio XJ-V2 offre, anche, la consueta dotazione di funzionalità Casio, studiate per abbattere i costi di gestione del dispositivo. Con i suoi cinque preset Eco Plus e due modalità non Eco, permette di ridurre l’impatto di consumo energetico in bolletta, semplicemente riducendo la luminosità di proiezione. Detto in poche parole, si paga di più sul prezzo d’acquisto per poi risparmiare, in bolletta, sui costi di utilizzo nel lungo periodo e sui costi di sostituzione lampada.

Per quanti prevedono di superare le 10.000 ore di proiezione sul proprio proiettore, allora queste caratteristiche rappresentano un risparmio significativo nel corso degli anni.

Non dobbiamo dimenticare che il Casio XJ-V2 è anche dotato di un design accattivante. Gli angoli arrotondati, la forma quadrata e compatta, il bicolore – bianco e grigio – e la posizione dell’obiettivo, leggermente arretrato rispetto al fronte e collocato in un incavo a lui dedicato, in alto a sinistra: sono tutti dettagli che suggeriscono un serio investimento nella progettazione e nel design industriale.

Se l’obiettivo era quello di creare un proiettore abbastanza attraente da poter essere lasciato in esposizione su un tavolo conferenze, o in un ufficio, allora la Casio è perfettamente riuscita nell’intento.

Prime Impressioni

Proiezione di dati.

Nella proiezione di presentazioni di dati, il Casio XJ-V2 è molto performante, esattamente come ci si aspetterebbe da un qualsiasi proiettore con aspect ratio in 4: 3.

Durante la proiezione di un’immagine dati, la risoluzione XGA del Casio XJ-V2 tiene bene ogni dettaglio. Con testo nero su sfondo bianco, la lettura rimane chiara sino a una dimensione di 8 pt, mentre a 6 pt il testo comincia a corrompersi. Se, invece, si proietta testo bianco su fondo nero, i risultati non sono altrettanto positivi: a 11 pt, il testo è nitido e leggibile, ma quando riduciamo i caratteri a 9 pt, il testo comincia a diventare di difficile lettura.

Con le immagini di prova volte a rilevare pixel jitter ed effetti moiré, non abbiamo notato alcuna distorsione jitter evidente, mentre più evidenti erano gli effetti di moiré, in connessione VGA analogica. A patto che non utilizziate immagini con evidenti riempimenti di colore pieno, non vedrete mai alcun effetto moiré. Se ci si dovesse trovare in questa situazione, questo difetto lo si può eliminare con il passaggio a una connessione HDMI.

Preset Colore

Con il preset Eco in modalità off, non c’è possibilità di scegliere i preset di colore. Possiamo solo scegliere tra la modalità lampada normale o luminosa. Con il preset Eco attivato, invece, è possibile scegliere tra i cinque livelli Eco a cui corrispondono cinque differenti preset di colore: Standard, Graphics, Theater, Blackboard e Natural.

La resa colore, in genere, è accattivante e i colori sono ben saturi in tutti i preset, anche se la qualità può variare da buona ad eccellente, a seconda della modalità impostata.

Ad essere precisi, le modalità non-Eco, così come la maggior parte dei preset colore, presentano una differenza molto ampia tra la luminosità dei bianchi e la luminosità dei colori, caratteristica che rende alcuni colori più opachi e scuri di altri, mentre altri preset restituiscono alcuni colori quasi vicino alle tinte pastello. Tuttavia ogni modalità include colori più vividi, e tutte le modalità di luminosità, così come tutti i preset, sono l’ideale per la proiezione di presentazioni business e immagini simili.

Presentazione video.

Poiché si tratta di un proiettore in 4: 3, pochi lo avrebbero acquistato per un uso estensivo o per la proiezione video. Tuttavia il dispositivo è in grado di proiettare delle buone immagini video, soprattutto in modalità Blackboard, un preset generalmente poco luminoso a livello di lumen, ma che garantisce una migliore saturazione del colore rispetto alle modalità operative più brillanti. La modalità Blackboard perde i dettagli delle ombre nelle scene più scure, ma è possibile passare alla modalità Theatre per un sostanziale miglioramento dei dettagli in ombra, anche se a discapito di un leggero cambiamento nel bilanciamento del colore verso il verde.

Gli artefatti arcobaleno sono tipici di questa classe di proiettore DLP, anche se non sono un problema nella presentazione di dati. Tuttavia, con la proiezione video, li abbiamo rilevati abbastanza spesso nelle scene scure e in una clip in bianco e nero, tanto che chiunque li può vedere facilmente e può trovarli fastidiosi. Gli artefatti arcobaleno appaiono meno, spesso nelle scene ben illuminate.

In breve, l’immagine video non ha una qualità home theater, ma è abbastanza funzionale per l’aula e la proiezione in sala conferenze.

Caratteristiche

Luminosità. Con due modalità non-Eco, cinque modalità Eco e cinque preset di colore, il Casio XJ-V2 offre livelli di luminosità che vanno da un massimo di 2.577 lumen verificati, vale a dire circa l’86% della potenza lumen dichiarata, a un minimo di 531 lumen. Impostando l’obiettivo zoom nella sua apertura più ampia, le letture lumen sono state le seguenti:

Casio XJ-V2 ANSI Lumens

Modalità Non-Eco Lamp Eco 1 Mode
Bright 2577
Normal 2002
Standard 1776
Graphics 1287
Theater 1180
Blackboard 881
Natural 1474

In ogni modalità Eco, abbiamo registrato un calo della luminosità di circa il 10%: impostando Eco 2 la luminosità, per ciascun preset, era poco più del 90% della luminosità registrata con la modalità Eco 1; con Eco 3, invece, la luminosità era circa l’80% in meno del valore registrato in modalità Eco 1, e così via.

Zoom Effect Lens. Con uno zoom 1.1x, non abbiamo registrato nessuna differenza significativa nella variazione di luminosità, tra l’apertura massima dello zoom e la sua impostazione in teleobiettivo.

Luminosità uniforme. La luminosità è uniforme sul 69% della superficie di proiezione, ovvero abbastanza per poter notare le differenze se proiettiamo su uno schermo perfettamente bianco. C’è da dire che questa differenza non si nota con tutte le tipologie di immagini e che difficilmente potrà dare fastidio se stiamo proiettando testi e dati.

Luminosità del colore. Abbiamo misurato la luminosità dei colori del Casio XJ-V2: questa è pari al 65% della luminosità dei bianchi nella modalità Bright con preset colore standard, caratteristica che è sufficiente a spiegare perché alcuni colori risultino troppo spenti o troppo scuri. La luminosità del colore più bassa rispetto a quella dei bianchi porta ad una resa delle immagini a colori non sempre brillante, almeno non quanto ci si aspetterebbe da un proiettore con rating di 3000 lumen. Per la modalità Blackboard, la luminosità del colore è pari al 93% della luminosità dei bianchi, percentuale coerente che permette una resa migliore dei colori.

Gli artefatti arcobaleno si notano molto raramente, se state proiettando immagini statiche di dati. Tuttavia, sono molto più frequenti durante la proiezione video, in particolare nelle scene scure, dove chi li vede può facilmente trovarli fastidiosi.

Disturbo della ventola. Il rumore della ventola interna al dispositivo è presente non appena si utilizza il proiettore in piena potenza. In modalità Eco 5 il rumore è tale da non arrecare disturbo a nessuno. In modalità non-Eco Bright, invece, diventa forte e acuto, al punto da rendere impossibile il sedersi accanto al proiettore posizionato su un tavolo della sala conferenze.

In modalità Alta quota, da attivare tra i 5.000 e i 10.000 piedi, il rumore della ventola aumenta all’incirca allo stesso modo in cui aumenta se passiamo alla modalità di potenza superiore: ad esempio, il rumore in modalità Eco 1 con l’Alta Quota inserita sarà come quello prodotto da Eco 2 senza questa funzionalità attiva, e via dicendo.

In entrambe le modalità non-Eco il rumore è comunque abbastanza forte se inseriamo la modalità ad Alta Quota, al punto che la maggior parte delle persone preferisce evitare il loro utilizzo in questa modalità.

Input Lag. L’input lag, misurato dal contatore Bodnar, è pari a 33 ms.

Durata di vita della lampada. La lampada è progettata per durare tanto quanto il proiettore stesso, garantendo sino a 20 mila ore di vita.

Set up e Impostazioni

Il Casio XJ-V2 può proiettare sino ad un massimo di 120″ su diagonale 4: 3, posizionandolo ad una distanza tra i 3,6 metri, con l’apertura zoom massima, e i 4,2 metri, con l’impostazione in teleobiettivo. Vi consigliamo sempre di utilizzare un calcolatore proiezione che vi permetterà di determinare correttamente l’intervallo per la vostra dimensione schermo.

Posizionando il proiettore sul tavolo, la lente riesce a compensare in altezza la posizione dell’immagine un po’ più del 20% al di sopra la linea mediana della lenta, o approssimativamente circa 40 cm sopra la linea mediana di una proiezione di 120”.

Questa possibilità permette di posizionare il proiettore sia su un tavolo subito sotto lo schermo, sia di invertirlo per posizionarlo a soffitto, sopra lo schermo. Se è necessario inclinare il proiettore, è possibile correggere la distorsione trapezoidale in un range compreso tra più/meno 30 gradi, grazie al controllo manuale o automatico.

Installazione e Trade-off

Come con qualsiasi proiettore, assicuratevi di pianificare il degrado della lampada. Casio afferma che con la sua sorgente di luce a laser LED, la lampada degrada a una velocità quasi costante e per un periodo molto più lungo rispetto alle più comuni lampade ad alta pressione. Dobbiamo comunque tenere conto di una minima percentuale di degrado nel tempo.

Sia che si preveda di utilizzare il Casio XJ-V2 come un proiettore portatile o di installarlo in una postazione fissa, assicuratevi che, inizialmente, sia abbastanza brillante in rapporto alle dimensioni dello schermo ed alla luce ambientale, anche con una delle modalità Eco ad inferiore luminosità. Con l’invecchiamento della lampada, invece, possiamo passare ad una modalità di luminosità superiore con i preset Eco e, infine, ad una modalità non-Eco.

Un’alternativa che possiamo adottare, mantenendo la resa colore costante nel tempo, è quella di impostare una delle modalità colore pre impostate in bassa luminosità, per poi passare a modalità più brillanti, con l’invecchiamento della lampada.

Pregi

Eco friendly. Il Casio XJ-V2 offre un assortimento di caratteristiche che contribuiscono a rendere il dispositivo eco-compatibile rispetto alla maggior parte dei proiettori. Queste caratteristiche vanno da un consumo di energia inferiore rispetto alla maggior parte dei dispositivi, sino all’eliminazione dei costi e del consumo di carbonio sostenuti per la spedizione delle lampade di ricambio, considerato che non c’è più la necessità di sostituirle.

Fonte di luce priva di mercurio. La sorgente di luce allo stato solido è priva di mercurio, ulteriore  elemento eco-friendly.

Basso costo. Il prezzo iniziale per il Casio XJ-V2 è abbastanza elevato rispetto alla concorrenza, ma se vi aspettate di usarlo in modo intensivo, i costi di gestione sono abbastanza bassi, caratteristica che lo rende il dispositivo più conveniente di tanti modelli, di classe analoga, ma meno costosi all’acquisto. Non solo le 20.000 ore di vita della lampada LED eliminano il costo di ricambio delle lampade, ma con cinque modalità Eco e due non-Eco si può scegliere la luminosità più bassa necessaria in rapporto alla luce ambiente ed alla dimensione dello schermo, un dettaglio che può fare una differenza significativa nel consumo di energia. Abbiamo misurato i consumi per le due modalità non-Eco, pari a 163 e 133 watt, mentre per le modalità Eco abbiamo rilevato un intervallo tra i 104 e i soli 56 watt.

Compatto e portatile. Con un peso di appena 2,8 kg e una dimensione di 8,8 cm di altezza x 26,9 cm di profondità x 26,9 cm di larghezza, il Casio XJ-V2 è un dispositivo abbastanza leggero e compatto da essere trasportato facilmente. Tuttavia, non è dotato di una custodia.

Avvio rapido. A differenza delle lampade convenzionali, la sorgente luminosa allo stato solido del Casio XJ-V2 permette di andare dall’accensione della lampada, alla sua piena luminosità in pochi secondi, rendendolo pronto all’uso quasi immediatamente dopo l’accensione.

Spegnimento rapido. La sorgente di luce si spegne quasi immediatamente dopo l’accensione, eliminando l’attesa dovuta al raffreddamento la lampada con la ventola, prima di poter riporre il proiettore nel suo case alla fine di una presentazione.

Sicurezza. Il menu offre una protezione con password, e c’è uno slot per il blocco Kensington sul retro.

Difetti

Zoom. Lo zoom 1.1x offre molto poca flessibilità quando si cerca di posizionare il proiettore rispetto alle dimensioni dello schermo, per proiettare una data immagine.

Artefatti arcobaleno. Anche se gli artefatti arcobaleno non sono un problema per le presentazioni di dati, essi sono abbastanza frequenti con la proiezione video, tanto da rendere l’XJ-V2 adatto alla riproduzione di sole brevi clip.

Rumore della ventola. Anche se il rumore della ventola non è per voi fonte di fastidio, in modalità non-Eco Bright è abbastanza forte, tanto che si consiglia di evitare questo preset. Se siete infastiditi dal rumore, invece, è probabile che vogliate evitare tutte le modalità non-Eco.

Nessun pannello di controllo. Se perdiamo il telecomando del dispositivo, il Casio XJ-V2 si potrà solo accendere e spegnere e cambiare la sorgente immagine.

No 3D. Se state cercando un proiettore 3D, questo modello non ne è dotato.

Nessun altoparlante. Il Casio XJ-V2 non ha un altoparlante integrato. Tuttavia, è possibile indirizzare l’audio attraverso il proiettore per controllare il volume con il telecomando.

Nessun monitor loop-through. Se avete bisogno di questa caratteristica, questo non è il dispositivo che fa per voi.

No MHL o compatibilità wireless. Limita la capacità di collegare il dispositivo a smartphone o altri dispositivi.

Conclusioni


Il Casio XJ-V2 si rivolge a chi progetta un investimento di lungo periodo e delle caratteristiche maggiormente eco-friendly, come una sorgente luminosa priva di mercurio e più livelli di preset Eco per ridurre in modo ottimale il consumo di energia. Oltre a ciò, si tratta di un bellissimo proiettore, con un design industriale attraente e studiato.

Il costo apparentemente elevato, rispetto alla concorrenza, in realtà deve essere valutato in base alle ore di utilizzo totali previste: se pensate di utilizzarlo per 5.000 ore di proiezione prima di sostituirlo o aggiornarlo, probabilmente questo proiettore non fa per voi perché non sfrutterete quello che è uno dei suoi maggiori punti di forza, la longevità appunto. Se invece prevedete l’esecuzione per almeno 10.000 ore (o anche di più), allora il Casio XJ-V2 diventa molto più attraente, perché riducendo i costi di sostituzione lampada ed il consumo energetico, il costo totale di questo investimento sarà inferiore a qualsiasi altri dispositivo di pari fascia, se calcolato nel lungo periodo.

Quindi, se vi aspettate lunghe ore di utilizzo e state ragionando in relazione ai costi operativi a lungo termine, vale la pena di investire su questo dispositivo. Il Casio XJ-V2 potrebbe benissimo essere la soluzione più intelligente e a lungo termine per le aule o le sale conferenze.