Il videoproiettore LCD è la tecnologia che per lungo tempo è stata la più diffusa per l’utilizzo sia di tipo business (slide, presentazioni, brevi video, ecc…) sia domestico. Rimane ancora una tecnologia molto diffusa tra i produttori di videoproiettori per via dei costi di produzione relativamente bassi e per gli utenti per via delle ridotte dimensioni e la facilità di installazione, che lo rendono facilmente trasportabile.

La tecnologia LCD si basa, come dice il nome stesso, sui cristalli liquidi. I modelli più datati (una rarità ormai a dire il vero) utilizzano un solo pannello a cristalli liquidi, mentre la maggior parte dei modelli utilizza tre pannelli, uno per ogni colore primario (rosso, verde e blu).

schema-lcd

La luce emessa dalla lampada alogena (lampada allo xeno nei proiettori migliori) viene convogliata in un prisma che la scompone nei tre colori primari: rosso, verde e blu. Ognuno dei tre fasci viene fatto passare attraverso un pannello a cristalli liquidi formato da una matrice di pixel. Quando la luce colpisce il pannello LCD i pixel che lo compongono possono essere aperti (facendo passare la luce) oppure chiusi, permettendo di modulare l’immagine. Le tre immagini vengono poi convogliata in un prisma dicroico che le sovrappone, ottenendo così l’immagine finale.

videoproiettore LCD

A chi è adatto

Il proiettore LCD è molto indicato per chi ha bisogno di fare presentazioni, lezioni, ecc data anche la facilità di trasporto e installazione. La buona qualità delle immagini e i costi più contenuti lo rendono adatto anche per un uso domestico come la proiezione di foto o l’uso di videogiochi. Mostra i suoi limiti rispetto alle altre tecnologie quando viene usato per la proiezione di film in alta qualità.

Pregi

  • Tra le varie tecnologie sono quelli con il prezzo minore, pur mantenendo una elevata qualità video.
  • L’immagine è molto luminosa perché la tecnologia richiede una luce molto intensa, e questo li rende adatti anche in ambienti parzialmente luminosi.
  • Dimensioni compatte e facilità di installazione (non richiedono taratura).
  • Colori molto fedeli.

Difetti

  • Screendoor effect: anche se i proiettori recenti hanno ridotto di molto il fenomeno, la matrice di pixel rimane visibile (dipende comunque dalla distanza dall’immagine).
  • Basso rapporto di contrasto, il nero non è mai un “vero” nero in quanto i pixel non possono essere completamente opachi.
  • Possibilità di bruciatura dei pixel
  • Elevato costo delle lampade di ricambio.