InFocus IN1146 recensioneL’InFocus IN1146 è un proiettore dati della categoria ultra-portatile, molto piccolo eppure potente e con un’ottima connettività, a cui si aggiunge la possibilità di un adattatore WiFi per proiettare direttamente dallo smartphone o tablet.

Il prezzo non è tra i più bassi della categoria, ma nemmeno le prestazioni lo sono.

 

 

Prime impressioni

Come tutti i proiettori a LED, l’IN1146 si accende immediatamente e raggiunge subito la massima luminosità (640 lumes). Questo proiettore è sufficientemente luminoso per aule e sale presentazioni di medie dimensioni in presenza di luce ambientale. Nella modalità Luminoso la rendita dei colori non è eccellente, ma sia la modalità Film che la modalità PC hanno colori molto ben bilanciati e saturi. Per la proiezione di presentazioni l’IN1146 fa un’ottimo lavoro nel mescolare qualità dell’immagine e luminosità. La connettività è buona e grazie all’adattatore WiFi (da acquistare a parte) è possibile collegare direttamente lo smartphone e usarlo sia come fonte dati che come telecomando.

Caratteristiche

Luminosità: In modalità Bright il proiettore raggiunge i 640 lumens dichiarati, anche se la saturaizone del colore ne risente e andrebbe pertanto limitata alle occasioni in cui serve tutta la luce possibile. In modalità PC la luminosità si riduce del 50% circa ma la qualità dei colori ne guadagna molto. In modalità Film la luminosità raggiunta è 300 lumens ma migliora anche il livello del nero

Colori: in modalità PC o Film l’IN1146 ha una buona resa dei colori e riproduce in buona qualità anche filmati e immagini

Contrasto: senza infamia e senza lode, in presenza di luce ambientale è meglio limitare la diagonale a 40” – 60” per ottenere un buon contrasto. In un ambiente buio invece si può arrivare senza problemi a 80” – 90” senza perdita di qualità

Dettaglio: molto buono per foto e immagini; in caso di slide dati con caratteri molto piccoli o linee orizzontali molto sottili, l’immagine diventa un po’ difficile da leggere a causa di pixel di forma romboidale

Altoparlanti: l’IN1146 ha due altoparlanti incorporati, che pur non essendo molto potenti, contribuiscono a rendere questo proiettore indipendente da altra strumentazione

Pregi

Portabilità

Piccolo e leggero, la portabilità è uno dei punti di forza dell’IN1146, che misura appena 13,7 x 17,5 x 4,6 cm e pesa poco più di 800 grammi. La possibilità di collegare smartphone e chiavette USB (vedi connettività) rende superflua la presenza di un computer nella maggior parte dei casi

Connettività

Altro punto di forza di questo videoproiettore portatile, le connessioni disponibili comprendono una porta HDMI, una porta VGA, una porta USB e un lettore di schede di memoria SD. Alla porta USB può essere collegato l’adattatore WiFi per collegare lo smartphone o il tablet (l’app esiste sia per iOS che per Android)

Lampada a LED

Estremamente durevole (oltre 30000 ore dichiarate), veloce nell’accensione (pochi secondi) e scalda poco, rendendo questo proiettore anche molto silenzioso

Difetti

Luminosità

La massima luminosità raggiunta dall’IN1146 è di 640 ed è meglio riservare questa modalità a proiezioni in bianco e nero. Se dovete lavorare in ambienti molto luminosi potrebbe essere il caso di valutare proiettori in grado di raggiungere almeno i 1000 lumens

Pixel romboidali

La soluzione dei pixel romboidali permette di angolare il chip DLP e ridurre le dimensioni del proiettore, ma al prezzo di avere un’immagine sempre sottoposta a scaling: l’IN1146 infatti non ha una risoluzione nativa e questo rende i piccoli dettagli meno definiti

Caricabatterie

Al peso ridotto del proiettore bisogna aggiungere il peso non tanto ridotto dell’alimentatore, circa 400 grammi. Nel complesso il peso totale rimane contenuto, ma in linea con i proiettori di questa fascia.

Posizionamento

L’IN1146 non ha zoom ottico (come molti altri proiettori ultraportatili) e quindi la dimensione dell’imagine dipende in modo diretto dalla distanza di proiezione. A differenza di molti proiettori di pari fascia però, la luminosità è inferiore e questo mediamente riduce le dimensioni della diagonale ottenibile

Conclusioni

I proiettori ultraportatili sono una sottocategoria dei proiettori portatili, che sacrificano parte della luminosità per una maggior portabilità, pensati per i professionisti che hanno bisogno del minor ingombro possibile ma non possono accontentarsi delle performance di un proiettore pico. Nel complesso l’IN1146 rappresenta perfettamente la sua categoria, essendo uno dei più piccoli (ma meno luminosi) proiettori portatili in commercio, con un livello di connettività tale da non avere bisogno di nient’altro – a parte il vostro smartphone, ma quello non lo potete certo lasciare a casa!